PROMO - 5%
I 50 sentieri più belli delle Dolomiti
Cipriani, Eugenio (Author)

Qual è la differenza tra trekking e hiking ed escursioni

Trekking, hiking ed escursionismo negli ultimi anni registrano una forte crescita e sempre più persone si avvicinano a queste attività. Il desidero di riscoprire la natura, di esplorare sentieri di montagna e fare passeggiate immersi tra flora e fauna, laghi e torrenti, ha dato una spinta non indiffirente a queste attività.

Camminare in montagna permette di respirare aria pura e fresca ed oltre ad alleviare lo stress della vita quotidiana, è salutare per il nostro cuore e polmoni.

Fare attività fisica e sport outdoor fa sempre bene al nostro fisico e se magari, lo si fa tra le montagne o nei boschi, diventa più stimolante e coinvolgente nonché più appagante.

Chi è novizio di queste discipline tende a non avere le idee ben chiare delle differenza tra trekking, hiking ed escursionismo. Anche se possono sembrare molto simili, in realtà qualche differenza c’è, non solo nella durata necessaria per compiere l’attività ma anche nell’abbigliamento, attrezzatura e preparazione fisica e mentale.

Differenza tra trekking hiking ed escursioni

differenza trekking hiking escursioni

Trekking significato

Il termine inglese Trekking (to trek) significa fare un lungo viaggio, ovvero fare lunghe camminate comprensive di pernottamento che può essere in un rifugio oppure in tenda, che di solito è quello più apprezzato. Il trekking generalmente è svolto in montagna, spesso ad alte quote, camminando tra sentieri e boschi, seguendo percorsi segnalati dal CAI (Club Amlpino Italiano) ma anche uscendo dalle vie più conosciute per poter scoprire ed apprezzare nuovi paeseggi magari ben isolati dai tracciati più comuni.

La componente naturalistica è alla base del trekking, infatti la camminata è lenta e costante proprio per poter cogliere ogni sfumatura che la natura regala.

Chi fa trekking non rientra la sera, ma si ferma a dormire o in qualche rifugio ma principalmente fa campeggio e pernotta in tenda con sacco a pelo e tutta l’attrezzatura necessaria per dormire all’aperto anche con temperatura più basse e tutti gli accessori indispensabile per affrontare eventuali imprevisti.

L’esperienza è un’immersione completa nella natura, in particolare la notte e primo mattino regalano un’atmosfera selvaggia e magica che ripaga della fatica della camminata.

Zaino in spalla e via….il trekking è avventura al 100%!

PROMO - 24%
Salewa Cammino 50 Zaino, Unisex-Adulto, Blu (Midnight Navy), Taglia Unica
  • Volume addizionale: il coperchio superiore e il cordino consentono di ampliare il volume dello...
  • Climbing zone: queste scarpe da trekking da donna sono ottimi per avvicinamenti tecnici, vie...
  • Suola POMOCA con composto butilico: grazie alla suola antisdrucciolo POMOCA con composto...

Hiking significato

Hiking (to hike = camminare) è molto simile al trek ma la durata è giornaliera, quindi non prevede il pernottamento e spesso ha una compenente sportiva maggiore. E’ un’escursione veloce di diverse ore, più impegnativa di una semplice passeggiata in montagna.
Di solito chi fa hiking presta meno attenzione alla natura che lo circonda e si dedica maggiormente all’attività fisica. Boschi, laghi, campagna o montagna sono i luoghi principali per fare hiking.

L’attrezzatura in questo caso è più leggera e semplice, giusto l’indispensabile per affrontare la giornata, anche se i più esperti tendono comunque a inserire nello zaino anche accessori non indispensabili ma utili per eventuali imprevisti, specialmente quando si affronta un’escursione veloce in montagna o in luoghi dove la natura comanda.

Escursioni significato

Escursionismo significa camminare nella natura seguendo un percorso conosciuto e non conosciuto, che non dura più di una giornata, di solito alcune ore e non prevede il pernottamento. Solitamente quando si fa un’escursione in montagna si seguono sentieri segnalati dalla F.I.E. (Federazione Italiana Escursionismo) o dal C.A.I. (Comitato Alpino Italiano).

E’ anche il punto di partenza per intraprendere il trekking o l’alpinismo, in quanto meno impegnativo ma che comunque richiede un minimo di sforzo fisico.

L’escursionista unisce l’attività fisica con l’amore per la natura che diventa la motivazione principale per un’escursione. La camminata è lenta per permettere di apprezzare la natura circostante nonché ammirare i paesaggi che si incontrano. Sempre più famiglie e coppie grazie alla zainetti porta bimbi, praticano escursione anche con figli piccoli

Generalmente nelle guide, l’itinerario viene classificato con un determinato grado di difficoltà per agevolare chi vuole intrapendere quella determinata via ed attressarsi di conseguenza.

Possiamo trovare escursioni con livello turistico (sigla T), quinidi abbastanza facile da affrontare ma anche escursioni per esperti (sigla EE) dove si richiede capacità di muoversi su terreni impervi e qualità tecniche per superare determinati ostacoli.

In base al tipo di escursione in montagna che si decide di fare è sempre bene, oltre che controllare il grado di difficoltà, attrezzarsi adeguatamente e prevedere le varie necessità che si possono incontrare. Solo cosi si potrà godersi in sicurezza e comodità un’escursione giornaliera.

PROMO - 15%
Salomon Trailblazer 30, Zaino Unisex Trail Running Escursionismo Sci...
  • Zaino comodo e leggero per viaggi o escursioni di lunga durata e passeggiate in città, Cinghie...
  • Due tasche laterali elasticizzate, Pannello posteriore imbottito per confort e protezione,...
  • Tasca interna con gancio per soft flask, Cintura leggera 3D per sostegno, Tasca esterna in cui...

Attrezzaturaper outdoor

L’equipaggiamento è molto importatnte in particolare nel trekking e nell’escursionismo lungo che impiega una giornata completa. La montagna è stupenda ma riserva anche molte sorprese. Il clima in primis è un fattore da non sottovalutare perché salendo di quota spesso può cambiare il tempo e la temperatura.

Bisogna essere dotati di abbigliamento e calzature adeguate nonché di acqua, cibo per mantenere l’energia alta, bussola e gps (spesso sottovalutato), kit pronto soccorso, occhiali sole e crema solare, coltellino e tutto il necessario per affrontare imprevisti che spesso sono dietro l’angolo.
Ecco una veloce checklist base di accessori da avere sempre nello zaino:

Vedi: Trekking cosa mettere nello zaino

  • Acqua e cibo (borraccia, anche due)
  • Bussola o mappa, meglio GPS con cartografia caricata della zona
  • Kit pronto soccorso (spesso sottovalutato, ne esistono di compatti ed economici)
  • Occhiali sole
  • Crema solare (si in montagna ci si può scottare)
  • Cappellino per il sole
  • Torcia (se arriva la sera e siete di ritorno avete bisogno di luce)
  • Coltello multiuso pieghevole o coltellino svizzero
  • Giacca antipioggia
  • Felpa
  • Sciarpa leggera
  • Ascugamano microfibra
  • Telo multiuso
  • Gel igienizzante
  • Salviette igienizzanti
  • Fischietto (in caso di rischiesta di aiuto)
  • Powerbank (per caricare smartphone, se il telefono è scarico non potete chiedere aiuto ammesso che ci sia segnale)

Questa è solo una lista base ma dovrebbe sempre essere presente all’interno dello zaino anche se la vostra avventura dura solo mezza giornata.
Ricordate che lo zaino è un vostro alleato. Utilizzate uno zaino adeguato sia per capacità che per tipologia.

Vedi: Trekking cosa mettere nello zaino per escursioni in montagna